Di Giuseppe Masala

La Luna di Fiele del Bisconte.

Secondo gli esperti di consenso elettorale ogni governo alla sua nascita raccoglie un’apertura di credito da parte dell’opinione pubblica che spera in cambiamenti importanti che possano migliorare le proprie condizioni di vita. Un fenomeno questo che viene definito come “luna di miele” tra governanti e governati.

Oggi il Corriere della Sera pubblica un sondaggio della Ipsos sul consenso che riscuote nell’opinione pubblica il nuovo governo appena entrato in carica. A dare un giudizio positivo (dal 6 al 10) è solo il 36% del campione mentre a dare un giudizio negativo (quindi dall’1 al 5) è già la maggioranza del campione, ben il 52%. Il 12% o non ha voluto rispondere o si astiene dal giudizio. Comunque la maggioranza assoluta da un giudizio negativo del governo a targa Pd-M5S. Questo è un fatto.

Il cosiddetto Conte 1 a targa M5S-Lega dopo oltre un anno di governo godeva ancora dell’approvazione e della fiducia di oltre il 60% degli italiani nonostante gli attacchi feroci di tutti i massmedia mainstream in mano alle élites filopiddine. Anche questo è un fatto.

Non pare azzardato dire che la popolazione probabilmente ha capito che questo governo è figlio di una manovra di palazzo, probabilmente anche una manovra poco limpida e anzi torbida. Con buona pace del PdC Conte che parlò di crisi che doveva essere la più trasparente della storia della Repubblica. L’unica cosa che il popolo sembra aver capito in maniera limpida è che questa crisi è stata non trasparente e non chiara. Perchè Salvini è impazzito? Perchè il M5S ha accettato l’accordo con il suo nemico storico? Perchè il M5S ha accettato che il PD prendesse tutte le poltrone di peso del governo e soprattutto la poltrona di Commissario Europeo sebbene non abbia consenso tra gli elettori?

A peggiorare la situazione vi è anche la tipica “attitude” dei piddini a muoversi da padroni: si alla tav, si alla gronda, bisogna cambiare quota 100 e reddito di cittadinanza. Fino all’ultima di oggi: Orlando (l’ex ministro della giustizia) che dice che la riforma della giustizia va ridiscussa con loro. Si, loro. Quelli che mandano i loro parlamentari inquisiti a trattare la nomina dei Procuratori della Repubblica con una masnada di giudici corrotti.

Salvini sentitamente ringrazia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome