Di Giorgio Cremaschi*

Donald Trump è arrivato al vertice NATO di Bruxelles per fare il padrone, chiarendo che quello cui lui decide sulla Russia e sul mondo deve andare bene agli “alleati”. Per questo ha aggredito la Germania, accusandola di essere, udite udite, una colonia russa?
Poi il presidente USA ha battuto cassa. Vuole portare la spesa militare di tutti gli “alleati” al 2% del PIL, come per altro è scritto negli accordi sottoscritti servilmente da tutti i governi compresi i nostri.
Questo in concreto vorrebbe dire una crescita enorme della spesa militare nella UE, vicino agli 80 miliardi di Euro in più all’anno. Per l’Italia questo vorrebbe dire una spesa militare aggiuntiva di quasi 15 miliardi all’anno. Che in tempi di pareggio di bilancio significherebbe un corrispondebte rovinoso taglio di spese sociali.
È quindi giusto e conveniente proprio ora rompere con la NATO, farne uscire il nostro paese e liberarlo da basi militari e bombe atomiche.
Non c’è nulla di più costoso, dannoso, ferocemente stupido dell’euroatlantismo ed è lo stesso Trump a chiarircelo. Fuori dalla NATO.

*Postato su Facebook dall’autore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome