Di Gilberto Trombetta

«Il peggior nemico dell’umanità è il capitalismo statunitense. È esso che provoca sollevazioni come la nostra, una ribellione contro un sistema, contro un modello neoliberale, che è la rappresentazione di un capitalismo selvaggio.

Se il mondo intero non riconosce questa realtà, che gli stati nazionali non si occupano nemmeno in misura minima di provvedere a salute, istruzione e nutrimento, allora ogni giorno i più fondamentali diritti umani sono violati».

L’autore di queste parole, Evo Morales, è stato costretto a dimettersi in seguito al solito colpo di stato appoggiato dagli Stati Uniti.

Morales è stato presidente della Bolivia per tre mandati consecutivi, dal 22 gennaio 2006 fino alle dimissioni forzate di ieri.

Durante la sua presidenza le condizioni di vita delle fasce più povere della Bolivia sono migliorate come mai prima.

Si tratta di uno dei Governi di maggior successo per gli oppressi di un Paese.

Il PIL pro capite reale della Bolivia è cresciuto del doppio rispetto a quello dell’America Latina e dei Caraibi (LAC) dal 2006. La crescita media annua pro capite reale nelle economie LAC è stata dell’1,6% all’anno dal 2006, mentre il PIL pro capite reale della Bolivia è cresciuto in media del 3,2% (grafico 1)

L’inflazione interna relativamente bassa combinata a un consistente aumento dei salari minimi ha migliorato il potere d’acquisto della stragrande maggioranza dei cittadini boliviani.

I salari vengono negoziati ogni anno tra il governo e i sindacati. Nel 2018, il salario minimo reale (adeguato all’inflazione) era più che raddoppiato dal 2006, con un aumento del 140% dopo la correzione dell’inflazione (grafico 2).

Il costante aumento del potere d’acquisto dei boliviani attraverso un aumento dell’occupazione, salari reali più elevati e trasferimenti pubblici ha contribuito a ridurre il tasso di povertà (misurato in base al reddito).

Il tasso di povertà è inferiore al 35% (in calo dal 60% nel 2006) e il tasso di povertà assoluta è del 15,2%, rispetto al 37,7% del 2006) (grafico 3).

[grafici da Bolivia’s Economic Transformation: Macroeconomic Policies, Institutional Changes, and Results http://cepr.net/images/stories/reports/bolivia-macro-2019-10.pdf via Bhaskar Sunkara]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome