Di Giorgio Cremaschi

Nel 1999 il governo D’Alema violò l’articolo 11 della Costituzione, il diritto internazionale, le regole dell’ONU e bombardò Belgrado anche con uranio impoverito a vergogna dell’Italia e dell’Europa.
Ministro della Difesa allora era Sergio Mattarella, che ora vuole la stessa politica contro il Venezuela, con la stessa ipocrisia della scelta della democrazia contro la violenza. Quando, se le parole fossero vere e sincere, la scelta dovrebbe essere per Maduro e contro la violenza del golpe. Ma si sa la NATO sono decenni che esporta democrazia con la guerra, per cui quel bene sta finendo in casa nostra e viene seppellito di bombe “umanitarie”all’estero.
A Mattarella e a tutti i i sostenitori della guerra rispondo come sempre:
not in my name.

Postato su Facebook dall’autore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome