Il post di Maria Zakharova,rappresentante ufficiale del Ministero esteri russo.

Ora inizierà la “parata delle sovranità”, le leali dimostrazioni del sostegno politico a Londra da parte dei paesi dell’UE.
Sapete quale è la cosa più bella in questa distorta interpretazione della solidarietà? Vi lo dico. Tutto ciò che avverrà ora nella sfera pubblico-diplomatica (revisioni, espulsioni, ecc.). sarà spiegato nelle capitali dell’Unione Europea con la “solidarietà” a Londra, come richiesto dalla politica estera comune dell’UE. E sarebbe anche possibile (anche se non impossibile) essere d’accordo con questo, per ricordare il noto “uno per tutti e tutti per uno”. Se non per uno “ma”. Il Regno Unito sta lasciando l’Europa. Nessuno ha annullato il Brexit e il processo del divorzio in pieno svolgimento. Cioè, il paese che lascia l’Unione Europea, sfrutta il fattore di solidarietà e impone ai restanti deterioramento delle relazioni con la Russia.

Quando Londra lascerà l’UE non sarà vincolata dal unica visione della politica estera. E vorrà iniziare il gioco per il riavvicinamento, o vorrà un allontanamento. Ma i restanti paesi dell’Unione Europea saranno vincolati dalla reciproca garanzia della solidarietà anti-russa, imposta una volta dagli inglesi.
Uno di tutti, e tutti sotto uno – è il nuovo motto dato da Londra a Bruxelles.

Traduzione da Pandora Tv

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome