Di Alberto Negri

A Sua Eccellenza Donald Trump, presidente degli Stati Uniti d’America

In nome dell’Italia che il vostro Paese occupa dal 1945 con 59 basi militari, 13 mila soldati, 120 testate nucleari, navi e aerei, Le chiedo aiuto a favore del mio popolo, ormai imbelle, di portare ordine sulle coste della Libia che il suo Paese ha bombardato nel 2011 insieme a Francia e Gran Bretagna, con esiti al solito disastrosi e di cui lei ha completa conoscenza.
Sua eccellenza avrebbe ben ragione a rifiutare ogni intervento visto che allora l’Italia si unì irresponsabilmente ai quei bombardamenti sperando di trarne beneficio. Ma facendo ammenda degli errori Le chiedo di darci una mano perché pure avendo i nostri governi inviato soldati ovunque, dal Libano, all’Afghanistan, all’Iraq, è assolutamente incapace di mandarli sulla Tortuga libica a combattere trafficanti e milizie.
Il mio popolo teme perdite di vite tra i suoi soldati e quindi non è adatto al compito.
Sua Eccellenza giustamente si meraviglierà di questa inettitudine ma deve comprendere che essendo il Paese occupato dagli Stati Uniti da oltre 70 anni ha perso qualunque cognizione riguardo la propria sovranità e indipendenza. E anche dignità. Al punto che ho scritto un’uguale lettera anche al presidente della Russia Vladimir Putin, suo buon amico.
Mi duole doverLe parlare di questa assenza di dignità ma siamo arrivati al limite della decenza: paghiamo milizie e trafficanti per fare i loro sporchi traffici sulla pelle di migliaia e migliaia di essere umani, e poi litighiamo tra noi se salvarli in mare o lasciarli morire in mare.
In nome dei diritti umani, della democrazia, della giustizia, della libertà, dell’ordine e del benessere internazionale, valori portanti della sua Patria e dei nativi d’America irochesi che ispirarono George Washington, le chiedo di intervenire al più presto perché si tratta di salvare non solo vite umane ma anche l’Italia stessa che ospita le vostre importanti installazioni militari.
Sua Eccellenza capirà perfettamente che è anche nel vostro interesse il salvataggio dell’Italia. Lei potrà opinare che nel 1945 schiere non folte di partigiani si erano opposte al nazi-fascismo e furono persino in grado, al prezzo delle loro vite, di liberare intere città dagli occupanti.
Sua Eccellenza, purtroppo Le devo comunicare che quella schiatta italica, pur con tutti i suoi difetti, si è completamente estinta. E’ una cattiva notizia per noi ma relativamente buona per il suo Paese che dopo l’aiuto in Libia potrà chiederci qualunque cosa senza incontrare resistenza alcuna.
Il Suo ossequiente suddito che avrà grandissimo piacere a ospitarla ancora in questi lidi insieme alla sua bella e gioiosa famiglia. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome